Gli anticorpi monoclonali sul mercato a metà 2021

Gli anticorpi monoclonali sul mercato a metà 2021

La via della salvezza per combattere il covid-19 potrebbe essere rappresentata dagli anticorpi monoclonali.

Si tratta del REGN-COV2, definito un “cocktail di anticorpi artificiali” (anticorpi monoclonali) che, a quanto pare, promette una soluzione efficiente contro il covid-19.

Gli anticorpi monoclonali

L’anticorpo è una molecola capace di riconoscere gli invasori – fra cui batteri e virus – e neutralizzarli. Gli anticorpi sono prodotti dal sistema immunitario che, in caso d’infezione ad esempio, inizia a produrne in quantità importanti. Si parla di anticorpi monoclonali quando l’anticorpo è prodotto in maniera artificiale.

Dunque, su pazienti sopravvissuti a covid che hanno sviluppato anticorpi particolarmente efficaci contro il virus, possono essere identificate molecole capaci di combattere il virus e trasformarle in anticorpi monoclonali da poter somministrare in maniera artificiale ai malati di covid. Questi anticorpi, sperimentati dal presidente Trump, sono prodotti dalla Regeneron.

I 2 super anticorpi

Grazie a questo criterio sono stati isolati due anticorpi nel sangue di pazienti convalescenti che riuscirebbero a bloccare l’ingresso del virus SarsCov2 nelle cellule. Il gruppo di ricerca, guidato dall’università di Washington, di cui fa parte anche l’ospedale Sacco con l’infettivologo Massimo Galli, ha condotto questo importante lavoro. La ricerca segnala, tra l’altro, che gli anticorpi identificati (S2E12 e S2M11) potrebbero essere ottimi alleati anche nel caso di mutazioni del coronavirus.

La sperimentazione sugli umani inizierà entro la fine del 2020. I ricercatori si augurano che entro il primo semestre del prossimo anno questa cura possa essere immessa sul mercato e resa fruibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *